Road Safety Report 2022

La sicurezza cresce con i giovani e la Vision Zero deve diventare realtà

Ogni anno DEKRA realizza 28 milioni di revisioni nel mondo e testa con i suoi laboratori indipendenti gli standard di sicurezza fisica e digitale di tutti i veicoli, quelli di nuova generazione e circolanti. Le campagne di sensibilizzazione alla guida in sicurezza partono dai più piccoli e via via fino al conseguimento della patente e oltre, attraverso collaborazioni con tutte le istituzioni a vario titolo coinvolte per garantire la sicurezza sulle strade, nei luoghi di lavoro e nelle case. La Vision Zero, ossia zero morti sulle strade, è un obiettivo condiviso e raggiungibile.

Da 16 anni il Rapporto europeo sulla Sicurezza Stradale è un’attività continua di analisi e divulgazione rivolta ad Istituzioni, Associazioni, Aziende e utenti della strada che ha l’obiettivo di indagare statisticamente il fenomeno dell’incidentalità sulle strade e, grazie al contributo di personalità ed esperti internazionali, propone buone pratiche adottate in tutto il mondo, con l’auspicio che il progresso tecnologico unito a comportamenti corretti porti ad una mortalità sulle strade pari a zero.

Nel 2022 il focus è sulla mobilità dei giovani, una categoria particolarmente strategica considerato che a livello mondiale gli incidenti stradali rappresentano la prima causa di morte tra i giovani di età compresa tra i 5 e i 29 anni. 

 

Nell'Unione Europea gli incidenti stradali nella fascia d’età 18-24 anni causano nel 64% dei casi la morte del guidatore o del passeggero. 

 

reportI fatti in breve

  • Lo smartphone ha sostituito l'auto come status symbol per i giovani
  • A livello mondiale gli incidenti stradali rappresentato la prima causa di decesso dei giovani tra i 15-24 anni.
  • Nel 2019 (fonte IHME) circa 175.000 persone in questa fascia di età hanno perso la vita in incidenti stradali, circa il 15% del totale decessi sulla strada. L’80% degli utenti coinvolti sono di sesso maschile.
  • In Italia nel 2019 su 3.173 vittime della strada totali, quasi il 13% erano giovani tra i 15-24 anni.
  • Principali fattori di rischio: scarsa esperienza alla guida, sopravvalutazione di sé stessi, ridotta percezione del pericolo, stato di ebbrezza o effetto di droghe.
  • Le nuove tendenze di mobilità (micro-mobilità, car sharing, TPL ...)  fanno prevedere un aumento dell'incidentalità per il futuro.
  • La tecnologia a bordo può salvare vite umane, ma la velocità di implementazione sui nuovi veicoli e la corretta manutenzione e revisione degli stessi sono di cruciale importanza.

L’educazione stradale e sociale delle nuove generazioni, insieme al consolidamento del sistema valoriale di sicurezza e sostenibilità, sono i focus point su cui è necessario un coinvolgimento congiunto di famiglie, scuole, enti territoriali e aziende. Dal Rapporto DEKRA 2022 emerge l’importanza di supportare il processo di maturità dei teenagers alla guida rendendoli consapevoli dei rischi nel loro lifestyle quotidiano, al fine di formare utenti ragionevoli e responsabili delle nuove strade, anche attraverso la condivisione di best practices. 

 

Ogni forma di mobilità porta con se una componente diversa di rischio stradale.
La prevenzione in tal senso deve essere differenziante e dedicata per essere efficace

 

Al fine della sensibilizzazione globale sui temi della sicurezza stradale, il DEKRA Road Safety Report annualmente viene presentato in tutti i Paesi in cui il Gruppo DEKRA è presente, presso la Commissione Europea e alle Nazioni Unite ed è gratuitamente disponibile in formato digitale

Scarica la versione integrale del DEKRA Road Safety Report e condividila al fine di portare avanti una strategia paperless sicura e valida per tutti!