Presentato il DEKRA Road Safety Report 2017

E' stato presentato martedì 3 Ottobre a Roma, nella suggestiva cornice della Fondazione Ifel, il Rapporto DEKRA sulla Sicurezza Stradale 2017 - strategie di prevenzione degli incidenti sulle strade europee. Giunto alla decima edizione, il rapporto DEKRA analizza e indaga il fenomeno dell'incidentalità sulle strade d'Europa, proponendo ogni anno all'attenzione di istituzioni, enti, associazioni, stakeholder, alcune richieste per diminuire la vittimologia stradale nell'ottica di perseguire la Vision Zero.

A presentare l'indagine Toni Purcaro - AD di DEKRA Italia - di fronte ad una tavola rotonda di primari attori del sistema-mobilità, tra cui il Senatore Altero Matteoli (Presidente VIII Commissione Permanente Lavori Pubblici e Comunicazione), gli onorevoli Michele Meta e Paolo Gandolfi  (rispettivamente Presidente e Segretario della IX Commissione Permanente Trasporti, Poste e Telecomunicazioni della Camera dei Deputati), l'On. Elena Bruno Bosisio (Componente della IX Commissione Permanente Trasporti, Poste e Telecomunicazioni), Angelo Sticchi Damiani (Presidente ACI), Roberto Sgalla (Direttore Centrale delle specialità della Polizia di Stato), Guido Pagliari (Coordinatore Centrale dell'Area Professionale Tecnica di ACI), Roberto Mastrangelo (Direttore Operation e Coordinamento Territoriale di ANAS), Eugenio Patanè (Consigliere Regionale del Lazio), Guido Castelli (Presidente IFEL), Alessandro Cattaneo (Presidente Fondazione Patrimonio ANCI), Pierluigi Bonora (Fondatore del #ForumAutomotive) e Giuseppe Guzzardi (Direttore Vie & Trasporti).

Il 90% degli incidenti è provocato da un comportamento errato degli utenti della strada e il nuovo soggetto coniato da DEKRA, ovvero l’"homo smartphone" risulta essere uno dei principali imputati tra le cause di incidenti stradali.

"Occorre arginare il fenomeno dell'utilizzo scorretto dello smartphone in mobilità - ha dichiarato Purcaro - perchè è il principale imputato sul banco della sicurezza stradale. In questo rapporto abbiamo analizzato il fenomeno non solo dal punto di vista statistico, ma siamo andati ad indagare quali best practice a livello europee e mondiale hanno dato risultati incoraggianti in termini di riduzione della mortalità sulle strade; queste buone pratiche potrebbero, opportunamente trasferite in maniera adattiva sulle singole realtà-paese, contribuire a contenere il fenomeno".

Nel 2016 si è registrato a livello europeo una leggera riduzione (-2,4%) del numero di vittime rispetto al 2015, con 25.500 morti (1,25 milioni a livello mondiale secondo l'OMS): nella classifica nera l'Italia si posiziona a metà con 175.791 incidenti nel 2016 con 249.175 feriti e 3.283 morti, con una incoraggiante riduzione del 4,2% rispetto al 2015. L'indagine evidenzia come le categorie più colpite siano gli scooteristi (+10,5%) e i ciclisti (+9,6%), mentre diminuiscono motociclisti (-15%) e pedoni (-5,3%), stabili gli automobilisti

I dati europeei possono sembrare confortanti se si pensa alla riduzione delle vittime rispetto allo scorso anno o alla riduzione del 19% negli ultimi sei anni, ma tutto quanto fatto non è ancora abbastanza e gli obiettivi 2020 che si è data l'Europa (dimezzare i decessi del 2010) non così semplici da conseguire. Impietoso il paragone Europa-Stati Uniti: solo nel 2016, infatti, le strade americane sono state teatro di 40mila morti in più del 2015 (+15%) con alcool, assenza di cinture di sicurezza e smartphone i principali colpevoli.

"L'obiettivo e l'auspicio è di arrivare ben presto ad una "Vision Zero", dove tutti arrivano e nessun muore - continua Purcaro - ma per farlo c'è bisogno di impegno e di concerto di tutti gli attori della mobilità. Per questo come DEKRA portiamo avanti un Tavolo Permanente sulla Sicurezza Stradale e ogni anno accendiamo un nostro riflettore sul fenomeno attraverso la pubblicazione del Rapporto Sicurezza".

Presente anche una troupe della Rai che ha intervistato Toni Purcaro - Qui il video integrale del servizio

Il DEKRA Road Safety Report 2017 è scaricabile sul sito dedicato www.dekra-roadsafety.com dove è possibile trovare anche tutte le edizioni precedenti.

 

Torna indietro

News correlate

Condividi sui social network

Accedi ora

Per candidarti su DEKRA Italia devi prima essere registrato e aver creato il tuo CV online. Clicca su Registrati, oppure accedi utilizzando le tue credenziali.
Inserisci il tuo nome utente DEKRA Italia.
Inserisci la password associata al tuo nome utente.

Cerca