Automotive
Il full-service provider leader in Europa
Industrial
Un mondo di servizi in continua espansione
Personnel
Qualità e innovazione nella formazione professionale

Il primo e unico network italiano di centri revisione auto e moto

Incidenti

Tu sei qui

ALLA SICUREZZA STRADALE SERVE PIU’ TECNOLOGIA PER RISOLVERE I COMPORTAMENTI ERRATI DELLE PERSONE: LA TECNICA PUO’ GIA’ OGGI DIMEZZARE LE VITTIME DELLA STRADA!

Alla presentazione del Rapporto sulla Sicurezza Stradale DEKRA 2016, gli Amministratori Delegati di DEKRA, Toni Purcaro e Alberto Da Silva, hanno evidenziato i punti principali e le azioni da mettere in campo, così come emerse dallo studio:

TECNOLOGIA

·      Maggiore diffusione sul mercato dei sistemi di assistenza alla guida elettronici, anche con prezzi più bassi, illustrazione ed eventuale evoluzione dei sistemi di assistenza alla guida.

·      Costante miglioramento del controllo tecnico dei veicoli in riferimento ai nuovi sistemi elettronici e alla tecnologia di comunicazione.

·      Maggiore apertura per l’accesso delle organizzazioni preposte al controllo ai dati dei costruttori per la verifica dei sistemi elettronici.

·      Elaborazione internazionale unitaria delle condizioni quadro legali per funzioni di guida altamente e totalmente automatizzate.

·      Utilizzo intensificato dei registratori di incidenti (Event Data Recorder) per chiarire la dinamica degli eventi

INFRASTRUTTURE

·      Incremento delle infrastrutture intelligenti (Comunicazione tra mezzo e infrastruttura).

·      Ampliamento e riparazione sulle strade esistenti in ottica di una “strada che perdona gli errori”.

·      Nella costruzione delle nuove strade si deve avere come obiettivo la “strada intuitiva”.

·      A tutela dei centauri, incrementare il livello di installazioni di guardrail nelle curve, apportando un cosiddetto tirante continuo.

·      Intensificare i controlli su strada a tutela della sicurezza.

·      Integrare gli allestimenti tecnici in diversi tunnel stradali e ottimizzarli.

FATTORE UMANO

·      Cultura e promozione efficace di un comportamento ancora più consapevole e responsabile da parte di tutti gli utenti della strada.

·      Armonizzazione in tutte l’UE di una procedura per la verifica di idoneità alla guida (es. il modello del sistema tedesco MPU).

·      Verifica dell’idoneità alla guida non solo con un tasso alcolemico nel sangue pari a 1,6 g/l ma già da 1,1 g/l.

·      Incremento della percentuale di passeggeri che allacciano la cintura in auto al 100%, anche con l’ausilio di controlli adeguati ed efficaci.

·      Precoce educazione stradale, già nell’asilo ed alle scuole elementari.

·      Unificazione, per quanto possibile, delle regole del traffico stradale in Europa.